ABOUT

In Vicolo Broglio 1/f, ecco il quartier generale de La Malvagio Incorporated. Al tempo stesso label discografica, sala concerti sonorizzata da DAS Acustic (manipolo di ingegneri acustici che ha studiato lo spazio per i live “su misura” – vedi progetto – a braccetto con la Void, impianto al top della gamma a livello mondiale per la riproduzione in alta definizione), spazio espositivo, atelier, sede di corsi di ogni tipo. Un punto di ritrovo che sia contemporaneamente crocevia di esperienze, laboratorio di idee, catalizzatore e aggregatore di stimoli, recettore di spunti che qui trovano gli strumenti per venire realizzati in pieno. Parole chiave: condivisione, trasmissione. Di saperi, di esperienze, di intuizioni allo stadio larvale che possano svilupparsi e proliferare. Energie nuove in continua intersezione, tanto da rendere difficile determinare con precisione dove finisca una e inizi l’altra; alla base un interessamento sano, sempre ben presente il valore del gruppo.


About

LA FACTORY

La Malvagio Inc. nasce con un preciso intento: ricreare dal 2015 (il progetto nasce in Via De Pepoli, nella vecchia sede del roBOt Festival, di cui Edoardo Mazzilli, presidente di Nero e de La Malvagio Inc., è stato fondatore e ideatore), e traghettare ben oltre il 2015, il concetto di factory. Nero è il luogo dove ciò accade. Un po’ stile Factory di Andy Warhol; più precisamente, come la camera oscura della Factory che Billy Name ha abitato per anni senza mai uscirne. Qui potresti farlo, non rimpiangeresti il mondo esterno, non avresti bisogno d’altro. Cosa verrà fuori, forse un’utopia, questo si vedrà strada facendo. La verità è che vediamo una strada, le fondamenta sono solide, i primi passi li abbiamo già percorsi, ma non sappiamo dove porteranno. Stare sul tracciato, limitarsi ad andare da un punto A a un punto B, non è un’opzione contemplata. In questo senso NERO vuole essere una factory nel cuore di Bologna: non solo una sala concerti ma anche un luogo di aggregazione e un laboratorio di idee che qui trovano gli strumenti per diventare realtà.


BAR EST. 1934

Il bancone di Nero: un luogo dove l’alchimia e la miscela di spiriti raccoglie il gusto della qualità, combinando vibrazioni musicate ed un’ incandescente ospitalità, che guida il desiderio di incantare chi è benvenuto in uno spazio dove l’esperienza si mescola tra l’intimo ed il trascendente. Un luogo in cui assaggiare e scoprire sapori che difficilmente troverete da altre parti all’ombra delle due torri, grazie al lavoro svolto dai baristi/ insegnanti nel bancone di una antica farmacia del 1934, in cui alchimie e miscelazioni vengono sapientemente rispettate come quando si beveva bene in tempi ormai lontani.